3 dicembre 2016

La Rustica – Banale lite al distributore degenera in aggressione

Si sono “beccati” a parole, mentre erano in fila al distributore nell’area di servizio in via della Rustica, a seguito di una banale discussione per motivi di viabilità.

Uno dei due contendenti, in quel momento a bordo di uno scooter, è sceso dal mezzo ed ha iniziato a prendere a calci l’autovettura dell’altro; questi, sceso a sua volta dalla macchina, imbracciando una mazza da baseball, si è scagliato contro lo scooterista tentando di colpirlo ma è stato a sua volta disarmato. Successivamente, il proprietario del ciclomotore, ha estratto la pistola erogatrice di uno dei distributori spruzzando il carburante addosso al rivale, poi è salito sullo scooter ed è andato via. Percorsi una decina di metri è però tornato indietro investendo sia l’automobilista, prendendolo in pieno e facendolo cadere a terra, sia il gestore, che è stato colpito di striscio. Proprio in questo frangente, all’interno dell’area di servizio, stava transitando una pattuglia di polizia del Commissariato Prenestino con due agenti a bordo che, vista la scena, hanno intimato l’alt al conducente dello scooter ma l’uomo a bordo, invece di arrestare la marcia ha accelerato investendo uno degli agenti che ha causa dell’urto è caduto a terra stordito.

A seguito dell’ impatto, lo scooterista ha perso il controllo del mezzo ed è caduto a terra. L’agente, riavutosi dal colpo, si è rialzato ed ha ingaggiato una violenta colluttazione con il centauro, riuscendo, dopo un estenuante corpo a corpo, ad immobilizzarlo grazie anche all’intervento dell’altro componente dell’equipaggio.

Subito dopo il fatto, tutte le parti sono state identificate e con l’aiuto di altro personale, giunto in ausilio, tutti i contendenti sono stati accompagnati negli uffici del Commissariato Prenestino per essere ascoltati.

Al termine degli accertamenti, A.M., di 33 anni, proprietario dello scooter, che durante il controllo dei poliziotti è stato anche trovato in possesso di una dose di cocaina, è stato arrestato. Gravi i reati da cui dovrà difendersi e che lo vedono accusato di duplice tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale.

Per quanto riguarda le persone coinvolte nell’investimento, che oltre al conducente dell’auto, (denunciato per il porto abusivo della mazza da baseball) ha riguardato l’agente di polizia, gli stessi sono stati dimessi dall’ospedale dove si erano recati per le cure con una prognosi superiori ai 10 giorni.

About Emanuele Bompadre 8222 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.