3 dicembre 2016

Roma – Riaperta la trattativa sui dipendenti capitolini

“Dopo che i dipendenti capitolini avevano bocciato con referendum la pre-intesa siglata dalla giunta ed alcuni sindacati e dopo che la giunta aveva -all’esito- incredibilmente, e punitivamente, reimposto l’atto unilaterale del 1.8.2014 ossia un atto davvero iniquo verso 24000 dipendenti capitolini, ieri il vicesindaco Nieri ha annunciato la riapertura delle trattative per il 23.4.2015, dichiarando altresì che le riapplicazione dell’atto unilaterale doveva intendersi temporanea.

Quindi è stata accolta pedissequamente la richiesta della nostra mozione di giovedì, avanzata non solo formalmente, ma anche in piazza con migliaia di dipendenti e nel silenzio di tutte le altre forze di maggioranza e di opposizione.

Ora chiaramente seguiremo con grande attenzione le fasi della trattativa, attenti a tutte le possibili opzioni.”

Intanto i parlamentari 5 stelle, per voce della senatrice Paola Taverna, hanno chiesto di riprendere la trattativa sul contratto collettivo nazionale, fermo dal 2008.

“Ha vinto il metodo 5 stelle che punta sempre al merito delle questioni sapendo che efficienza e malcontento dei lavoratori sono tra loro inconciliabili ai fini della riorganizzazione della macchina capitolina.”