Fiumicino, striscione di Casapound contro il sindaco Montino: insorge il PD

Fiumicino, striscione di Casapound contro il sindaco Montino: insorge il PD



Dopo la diatriba tra Casapound Italia e il sindaco di Cerveteri Pascucci riguardante la bandiera della pace, quest mattina è stata la volta di Fiumicino con uno striscione appeso al Ponte 2 giugno, riguardane la questione migranti.

La nota di Casapound

“Montino tutela i clandestini ma abbandona i cittadini!”- così recita lo striscione che nella notte è apparso sul Ponte 2 Giugno a Fiumicino firmato da CasaPound Italia. “Nei giorni scorsi” – ha fatto sapere CasaPound Italia – “il sindaco si è accodato ai dissidenti sulla questione sicurezza dimostrando di non avere a cuore i suoi cittadini ma gli immigrati.

Da tempo ci battiamo per la chiusura del centro di accoglienza di via Bombonati dove gli ospiti gestiti da una cooperativa sempre difesa dal sindaco continuano a creare disagi e problemi a tutto il quartiere. Invitiamo il sindaco a pensare ai problemi degli italiani o in alternativa a dimettersi il prima possibile – conclude Cpi – dalla sua carica facendo tornare i cittadini di Fiumicino alle urne”.

La replica del gruppo PD

“L’unica risposta da dare a CasaPound è che andrebbe sciolta così come Forza Nuova e tutte le altre organizzazioni simili. E’ stato un errore non approvare la legge Fiano.”
Lo dichiara il segretario del Pd di Fiumicino Luigi Giordano a commento dello striscione appeso questa notte sul Ponte Due Giugno.

“Per il resto, suggeriamo ai militanti di dedicare le ore notturne al sonno e al riposo perché la scienza ha dimostrato che dormire poco fa male alla salute. Magari dopo un adeguato riposo avranno la mente più lucida” conclude Luigi Giordano.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.