Cirillo: “Reddito di Cittadinanza (M5S) Vs Reddito di Inclusione (Pd)”

Noi vogliamo dare il reddito di cittadinanza (fino a 780 euro mensili, cifra che aumenta se nel nucleo familiare vi sono più avanti diritto) mentre la persona si forma, si impiega per la collettività e aspetta la chiamata al lavoro che ove rifiutata alla 3 volta ciò comporta la perdita del reddito ( alla 1 e 2 chiamata non risposta si riduce l’importo) così come nei casi di uso fraudolento ( ad esempio lavorando contestualmente in nero) e IL PD HA SEMPRE DETTO NO PARLANDO DI ASSISTENZIALISMO.

Ora per vincere le elezioni, il governo Gentiloni avvia il REDDITO DI INCLUSIONE ossia da fino a 485 euro alla famiglia ( Non all’individuo come RDC) se rientra nei limiti ISEE/ISPE previsti (6000 euro isee annui, molto bassa come soglia), per massimo 18 mesi ( il tempo di fare le politiche e le europee prossime) non tramite corresponsione di denaro ma tramite una card per fare consumi ( quindi non potrai usarli per investire o per intraprendere attività di impresa ma per fare la spesa) e un progetto di inclusione lavorativa ( senza finanziare centri per l’impiego cosa prevista nella nostra proposta RDC)

MA QUESTO NON È ASSISTENZIALISMO !

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 9880 Articoli

Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell’universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E’ per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*