Roma, maltrattamenti e minacce alla moglie: in manette un romeno di 39 anni

Stanca delle continue e infondate accuse di tradimento da parte del marito, la donna, vittima di continui maltrattamenti da parte di questo, ha cercato di trasferirsi presso l’abitazione di un’amica. L’uomo, che non ha accettato tale decisione, è diventato sempre più violento nei suoi confronti ed ha iniziato a minacciarla di morte, ricattandola e dicendole che se non sarebbe tornata a casa si sarebbe tolto la vita. La moglie a quel punto, insieme ai due figli minori, per sfuggire a questa situazione ha deciso di rivolgersi ad un centro antiviolenza.

Quando ha capito le sue intenzioni, il marito ha atteso che rientrasse e al suo arrivo, ha iniziato a schiaffeggiarla costringendola a salire in casa con la minaccia di dare fuoco all’appartamento. L’episodio non è sfuggito ad alcuni amici della coppia che hanno chiamato il 112 (N.U.E.).

In breve tempo due equipaggi del reparto volanti, sono arrivati sul posto mentre ancora la donna stavano urlando.

Nonostante la presenza dei poliziotti, l’uomo ha continuato ad inveire contro di lei.

Accompagnato in commissariato C.A. romeno di 39 anni, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e condotto a Regina Coeli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*