Bene per il Codacons la multa da 3 milioni di euro inflitta dall’Antitrust a WhatsApp



Bene per il Codacons la multa da 3 milioni di euro inflitta dall’Antitrust a WhatsApp per aver “indotto gli utenti di WhatsApp Messenger ad accettare integralmente i nuovi termini di utilizzo, in particolare la condivisione dei propri dati con Facebook, facendo loro credere che sarebbe stato, altrimenti, impossibile proseguire nell’uso dell’applicazione”.
“Si tratta di una vittoria degli utenti contro lo strapotere dei social network, che impongono condizioni spesso sfavorevoli ai consumatori nell’utilizzo delle applicazioni – spiega il presidente Carlo Rienzi – La condivisione di dati e informazioni personali è materia delicatissima perché attiene alla vita privata delle persone, e non può essere estorta in modo scorretto o poco trasparente ma, al contrario, devono essere fornite all’utente tutte le informazioni necessarie a consentirgli una scelta consapevole. Per tale motivo – prosegue Rienzi – riteniamo sacrosanta la sanzione inflitta dall’Antitrust perché va nella direzione di tutelare i diritti dei consumatori e garantire la trasparenza”.

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 12992 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.