Fratoianni: “Basta parole, servono fatti”

gaza



La Corte Internazionale di Giustizia ha ordinato ad Israele di fermare immediatamente l’offensiva a Rafah – in applicazione della convenzione sul genocidio dopo la richiesta del Sudafrica – perché potrebbe infliggere ai palestinesi di Gaza condizioni di vita che potrebbero portare alla loro distruzione, del tutto o in parte.

Garantire l’accesso

Oltre a questo, Israele deve garantire l’accesso nella striscia di Gaza degli aiuti umanitari e dei comitati d’indagine sulle accuse di genocidio.
La risposta di Israele è stata delle peggiori, bombardando pochi minuti dopo con un raid aereo il centro di Rafah.
Deve essere chiaro, senza mezzi termini: l’Italia, l’UE e tutta la comunità internazionale devono imporre il cessate il fuoco in Palestina.
E subito dopo valutare di promuovere una missione internazionale di Pace e di interposizione a Gaza sotto l’egida delle Nazioni Unite.
Basta parole, servono fatti.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Fratoianni: "Basta parole, servono fatti"

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 28527 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.