Padova legge Dante

dante



Una grande serata di letture e considerazioni su tre momenti significativi della Divina Commedia: dopo la pausa estiva torna “Città che legge Dante”, il progetto promosso dal Centro per il libro e la lettura e realizzato con l’Adi – Associazione degli italianisti, sostenuto dal Comune di Padova nell’ambito delle iniziative del “Patto di Padova per la lettura”.
Mercoledì 22 settembre alle ore 19:00, in piazza Eremitani, saranno insieme sul palco l’attrice Anna Bonaiuto, cui sono affidate le letture dei passi selezionati, e Marco Balzano e Alberto Rollo, commentatori d’eccezione che “glossano e divagano”. Protagonisti, naturalmente, i versi dell’Alighieri: quelli che descrivono le Malebolge infernali del Canto XXI, accendendo l’immaginazione tutta medievale da Trionfo della morte, passando per l’incontro con Sordello e la memorabile invettiva sulla “serva Italia di dolore ostello” che domina il Canto XXI del Purgatorio, fino ad arrivare all’omaggio che Tommaso d’Aquino rende a Francesco d’Assisi, alla povertà ardente di carità che lo ha sempre ispirato, descritto nel Canto XI dell’ultima Cantica.

Saluti istituzionali

Accompagnati dal violoncello di Ludovico Armellini, i momenti di lettura e commento saranno preceduti dai saluti istituzionali dell’assessore alla cultura Andrea Colasio, che darà inizio alla serata.
«Un modo suggestivo e prezioso per celebrare il centenario dantesco – sottolinea proprio l’assessore Colasio – in attesa della grande mostra di arte contemporanea “A riveder le stelle”, ispirata alla Divina Commedia e agli affreschi di Giotto agli Scrovegni, che si terrà dal prossimo 30 ottobre al Museo Eremitani».

L’ingresso è libero e gratuito, senza necessità di prenotazione

Nel rispetto delle disposizioni del Decreto Legge 23 luglio 2021, n. 105, a tutti i partecipanti di età superiore ai 12 anni è richiesto il possesso della Certificazione Verde (c.d. “Green pass”). In caso di maltempo, l’appuntamento si svolgerà presso l’agorà del Centro Culturale Altinate San Gaetano, in via Altinate, 71.

Dopo Padova e gli appuntamenti di Taormina (con Fabrizio Gifuni e Aldo Cazzullo), Roma (con Anna Bonaiuto, Maddalena Crippa, Melania Mazzucco e Alessandro Piperno) e Reggio Calabria (con Nino Racco, Aldo Morace e Rossella Galati), l’itinerario di “Città che legge Dante” prevede Lecce, con Raiz e Nicola Lagioia il 27 settembre, e la Rocca di Lonato del Garda a ottobre con Galatea Ranzi e Angelo Piero Cappello.
Il progetto è realizzato in collaborazione con Taobuk – Taormina Book Festival, Parco archeologico del Colosseo, Comune di Reggio Calabria, Comune di Padova, Comune di Lecce e Fondazione Ugo Da Como e patrocinato dal Comitato nazionale per la Celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

var url199308 = “https://vid1aws.smiling.video//SmilingVideoResponder/AutoSnippet?idUser=1149&evid=199308”;
var snippet199308 = httpGetSync(url199308);
document.write(snippet199308);

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 22651 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.