Papa all’Angelus: “Aderire al Vangelo è donarsi con generosità”

papa



È esigente il Vangelo della XIII Domenica del tempo ordinario e nello stesso tempo ci ricorda un tratto distintivo della vita cristiana che è il dono di sé con apertura, accoglienza e gratitudine.

Sono questi due aspetti al centro della riflessione che Papa Francesco fa precedere alla recita dell’Angelus oggi, vigilia della Solennità dei Santi Pietro e Paolo. Nelle pagine di Matteo al capitolo 10, 37-42 risuona forte infatti l’invito ad aderire “in pienezza e senza tentennamenti” al Signore, ad accogliere radicalmente il Suo progetto su di noi e la Sua parola, a “prendere sul serio” le esigenze evangeliche anche quando ciò richiede sacrificio e fatica”.

Mettere al primo posto l’amore al Signore

La prima richiesta esigente è “di porre l’amore verso di Lui al di sopra degli affetti familiari”. Sta scritto nel Vangelo «Chi ama padre o madre, […] figlio o figlia più di me non è degno di me»: ciò non significa, spiega Francesco,”sottovalutare” i legami familiari, ma viverli in modo “purificato” evitando che, messi al primo posto, possano “deviare dal vero bene”. Anche la corruzione nei diversi governi – afferma – deriva spesso da un amore e da un attaccamento alla parentela e alla carica:

Lo vediamo: alcune corruzioni nei governi, vengono proprio perché l’amore alla parentela è più grande dell’amore alla patria e mettono in carica i parenti. Lo stesso, con Gesù: quando l’amore è più grande di Lui non va bene. Tutti potremmo portare tanti esempi al riguardo. Senza parlare di quelle situazioni in cui gli affetti familiari si mischiano con scelte contrapposte al Vangelo. Quando invece l’amore verso i genitori e i figli è animato e purificato dall’amore del Signore, allora diventa pienamente fecondo e produce frutti di bene nella famiglia stessa e molto al di là di essa.

Il vero amore a Gesù, ribadisce il Papa citando i rimproveri che Gesù fa ai Dottori della Legge, richiede dunque un vero amore ai genitori, ai figli, ma se “da primo cerchiamo l’interesse famigliare, questo porta sempre su una strada sbagliata”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 18863 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.