Giornata per la vita, il Papa: “No ad ogni violazione della dignità”

gesù



Va rinnovato l’impegno “di custodire e proteggere la vita umana dall’inizio fino al suo naturale termine” e per questo è necessario “contrastare ogni forma di violazione della dignità, anche quando è in gioco la tecnologia o l’economia, spalancando le porte a nuove forme di fraternità solidale”. Lo ribadisce Papa Francesco dopo la preghiera dell’Angelus, recitata dalla finestra dello studio nel Palazzo apostolico che da’ su Piazza San Pietro, ricordando la Giornata per la vita che si celebra oggi in Italia, sul tema “Aprite le porte alla vita”. Il Papa si associa così al Messaggio dei vescovi della Conferenza episcopale italiana:

Aprite le porte alla vita

Oggi si celebra in Italia la Giornata per la Vita, che ha come tema «Aprite le porte alla vita». Mi associo al Messaggio dei Vescovi ed auspico che questa Giornata sia un’occasione per rinnovare l’impegno di custodire e proteggere la vita umana dall’inizio fino al suo naturale termine. È necessario, altresì, contrastare ogni forma di violazione della dignità, anche quando è in gioco la tecnologia o l’economia, spalancando le porte a nuove forme di fraternità solidale.

Messaggio vescovi italiani: no ad aborto, abbandono e abuso

Nel documento dei vescovi italiani c’è il rifiuto di “ogni forma di aborto, abbandono, maltrattamento e abuso” e l’invito a promuovere “l’uguale dignità di ogni persona”. Il testo, firmato dal Consiglio episcopale permanente, è suddiviso in tre paragrafi: “desiderio di una vita sensata”, “dalla riconoscenza alla cura”, “ospitare l’imprevedibile”.

Paglia: la vita va spesa in favore di tutti

Sul tema di questa 42.ma Giornata per la vita, questa è la riflessione dell’arcivescovo Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia accademia per la vita, intervistato da Luca Collodi.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 20481 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.