Milano-Limbiate, vicini all’accordo per la metrotranvia



Nuovo incontro oggi fra i Comuni di Limbiate, Varedo, Senago, Paderno Dugnano, Cormano, Milano, Città metropolitana di Milano, Provincia di Monza e Brianza e Regione Lombardia sul finanziamento dei lavori per la realizzazione della metroferrotranvia Milano-Limbiate.

Sono stati raggiunti importanti risultati che fanno prevedere un prossimo accordo sulla base del contributo di tutti e di un affinamento della ripartizione del secondo lotto, differente da quello del primo lotto, ma anche la possibilità di studiare e porre le condizioni per prolungare la metrotranvia da Limbiate – Mombello fino a Ceriano Laghetto FN.

Maggiore quota per Limbiate

Il Comune di Limbiate in ragione di questa possibilità e della consistenza della sua popolazione potrebbe farsi carico di una maggiore quota di finanziamento rispetto alle proporzioni definite per il primo lotto. Inoltre la Provincia di Monza e Brianza ha deciso di venire in aiuto dei comuni della sua provincia con 300 milioni di euro.

Il Comune di Cormano conferma la partecipazione al costo dell’opera con una quota proporzionale alla sua popolazione. Il Comune di Senago pur tenendo conto di essere solo tangenziale alla linea ha deciso di compartecipare all’opera con 100 mila euro.
Il Comune di Paderno Dugnano conferma la sua partecipazione all’opera e così pure il Comune di Milano si è reso disponibile ad aumentare lievemente la sua partecipazione in virtù dell’importanza dell’opera per togliere traffico in città da 14,5 a 14,7 milioni di euro.
Si ricorda che l’opera ha un costo totale di 153.224.972 euro e potrà essere realizzata, oltre che attraverso il finanziamento dei comuni interessati, con il finanziamento dello Stato (107.840.000 euro), della Regione Lombardia (27.852.765 euro) e della Città Metropolitana (1.300.000 euro per la progettazione dell’intera opera).

Così l’assessore

“È stato un incontro importante che si è svolto in un clima di grande collaborazione – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità -. Le infrastrutture per il trasporto pubblico sono fondamentali per migliorare la sostenibilità, la qualità dell’aria e della vita dei cittadini, per aumentare l’offerta TPL anche per chi abita fuori città e quindi diminuire l’uso dell’auto privata e la congestione. Auspico che in queste ore si possa concludere e quindi procedere verso la realizzazione dell’opera”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 23880 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.