Padova: crescita del bike sharing



Grande successo di Mobike.

Quasi 2000 nuovi iscritti a settembre

Cittadini e i visitatori in città continuano ad apprezzare il sistema di bike sharing free floating con grande entusiasmo: dalla partenza del servizio, il 6 maggio 2019, sono in totale 21.523 coloro che hanno scelto di provarlo.
Solo a settembre sono stati 1971 i nuovi utenti.
I noleggi effettuati da maggio sono 95.824, di cui 35.331 a settembre.

10 minuti di durata media

La durata media si assesta sui 10 minuti e la lunghezza media dei tragitti 2,4 km.
Dichiara il vicesindaco Arturo Lorenzoni: “Il mese di settembre è quello in cui Padova torna ad essere viva dopo la calma estiva. Arrivano gli studenti e la vita quotidiana torna ad essere frenetica per tante e tanti. Il fatto che circa un terzo dei viaggi totali siano stati realizzati in questo mese è la dimostrazione di come il servizio sia apprezzato da lavoratori pendolari e studenti universitari. E’ la dimostrazione anche del fatto che il servizio, più è conosciuto, più piace e conquista perché si tratta di un sistema moderno e flessibile, che consente l’integrazione tra la bicicletta e altre forme di mobilità, aumentando l’accessibilità di tutta la città.

Una sana abitudine quotidiana

Il bike sharing sta entrando a far parte del quotidiano, favorendo gli spostamenti personali, per il tempo libero e per recarsi giornalmente al lavoro o allo studio in modo attivo, sostenibile ed economico.
La bicicletta è infatti particolarmente adatta per lo sviluppo di forme di mobilità integrata, che è un obiettivo che con il settore mobilità stiamo cercando di rendere sempre più agevole.”
Dall’avvio del servizio le biciclette sono state aumentate da 600 a 800 ed è stata estesa l’area in cui è possibile circolare e depositare il mezzo e sono in corso di valutazione altre modalità per estendere ancora di più il servizio, anche grazie alle continue richieste e sollecitazioni che arrivano.

Soddisfazione nelle istituzioni

Prosegue il vicesindaco: “Siamo molto soddisfatti di come la città mostra di apprezzare iniziative di questo tipo, che mettono al centro un’idea nuova e sostenibile di movimento. Solo questa settimana sono quasi un centinaio gli “abbonati in prova” e oltre 150 le richieste di contributi per l’acquisto di una bicicletta elettrica. Io e il sindaco Sergio Giordani continueremo ad agire in questa direzione, la città lavora con noi per una Padova sostenibile e moderna, lo dimostra con i fatti.”
Conclude il sindaco Sergio Giordani: “Siamo molto soddisfatti ma la cosa importante è che i cittadini amano questo Servizio, che coi bus notturni è diventato un po’ il simbolo di una Padova dinamica e amica dell’ambiente che si muove in maniera ecologica. A volte basta davvero poco per dare alle persone più comodità e più qualità della vita, questo è il nostro impegno di ogni giorno e sul tema bici non escludo nuove belle “sorprese” per i padovani che stiamo studiando con il vicesindaco.”

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21427 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.