Pecoraro Scanio: “Il programma del governo giallorosso sull’ambiente è musica per le mie orecchie”



Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione Univerde, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Sul programma del governo giallorosso riguardo l’ambiente

“E’ musica per le mie orecchie: no alle trivelle, no agli inceneritori, sì alle rinnovabili. Manca la dichiarazione di emergenza sul cambiamento climatico, spero che il premier l’annunci come ha fatto il Parlamento britannico –ha affermato Pecoraro Scanio-. Sono ritornati a una logica di un accordo di programma, mancava tra i 26 punti l’agricoltura, ma poi pare che sia ricomparsa nei punti che sono diventati 28 durante la notte.

La dichiarazione di emergenza climatica vuol dire che, al di là delle valutazioni economiche, il rischio di estinzione del genere umano e l’accelerazione dei disastri climatici è un’emergenza globale. Rendiamoci conto che non abbiamo tutto il tempo di cambiare piano piano il sistema economico, dobbiamo proclamare una vera e propria emergenza che ci porti a cambiare subito i nostri atteggiamenti.

Il premier Conte dovrebbe andare a New York al summit sul clima a proporre che tutti i
Paesi del mondo adottino questa dichiarazione e tutti i provvedimenti che ne conseguono.
Nel marzo del 2018 ho votato alla Camera il M5S, la mia capolista era Carla Ruocco e al
Senato ho votato Leu, con capolista De Petris. Ho sempre detto che il governo ideale per
me sarebbe stato M5S, PD e Leu”.

Sugli inceneritori

“Gli inceneritori si facevano 20 anni fa, oggi sono considerati obsoleti perché hanno grandi
costi, problemi di difficoltà di gestione. Sono ferri vecchi. Bisogna avere altri impianti.

Abbiamo bisogno di ridurre il bruciare, che è un riflesso antico come l’uomo della caverna.
Nessuno dice che quando metti mille tonnellate di rifiuti da bruciare, poi ti ritrovi 300
chili di ceneri che sono rifiuti speciali tossici”.

Fonte Radio Cusano Campus

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.