De Palo: “Flat tax con quoziente familiare? Magari ce cascano!”

Gigi De Palo



Il presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari Gigi De Palo è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta” condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Sull’ipotesi Flat tax con quoziente familiare

“Per dirla alla romana: magari ce cascano –ha affermato De Palo-. Abbiamo più volte sottolineato come la flat tax non valorizzasse il tema delle famiglie, qualora ci fosse la volontà di calibrare le tasse tenendo conto della composizione familiare è chiaro che saremmo molto contenti. Ben venga la flat tax, ma non è che sia esaustiva se non si danno anche incentivi alle famiglie che fanno figli come avviene in tutta Europa.

In Italia le giovani coppie e il ceto medio sono le categorie più svantaggiate in assoluto tra chi fa figli. Una famiglia che ha 50mila euro di reddito e ha 3 figli va a prendere 70 euro totali al mese, che cosa ci fa una famiglia con 70 euro al mese? Il vero tema è la crisi demografica. Per far funzionare ilsistema, se non si fa nulla dal punto di vista demografico, l’unica soluzione sarà un’importazione coatta di immigrati. Se un Paese si spopola, ci saranno altre persone che ripopoleranno quel Paese”.

 

De Palo, che è stato assessore alla famiglia del Comune di Roma, ha parlato anche della situazione della capitale

“La città la vedo male perché ci sono meccanismi difficili da rompere che non dipendono dal sindaco di turno. Roma ha un debito pregresso, ha spese superiori rispetto a quelle che può permettersi. O viene riconosciuto uno status

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.