Roma, fermato serbo residente nel campo nomadi di via Pontina con 166 auto intestate

carabinieri



I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno denunciato in stato di libertà un 63enne originario della Serbia, domiciliato presso il campo nomadi di via Pontina, dopo averlo scoperto intestatario di ben 166 veicoli.

Fermato a bordo di un furgone per una controllo

I Carabinieri hanno fermato l’uomo in via Cristoforo Colombo, mentre si trovava a bordo di un furgone, per controllo di routine. Portato in caserma, al termine di verifiche più approfondite, i Carabinieri hanno appurato che i veicoli sono risultati in uso ad altre persone e che l’uomo usava due codici fiscali e una partita iva, riconducibili ad un’attività di compravendita di auto nuove e usate.

Al termine delle operazioni, al fine di evitare ulteriori intestazioni e compravendite di veicoli, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno richiesto all’Autorità Giudiziaria, l’emissione di un decreto di blocco anagrafico sui due codici fiscali, nonché la cancellazione alla Camera di Commercio di Roma della partita iva a lui associata.

L’uomo è accusato di “induzione in errore con inganno continuata e in concorso di pubblici ufficiali al fine di indurli a commettere falso ideologico e favoreggiamento reale”.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.