Controlli nell’area di San Pietro, denunciate tre persone



Nella giornata di ieri, nell’area di San Pietro, i Carabinieri della Compagnia Roma San Pietro, unitamente ai colleghi del Nucleo Radiomobile di Roma, hanno portato a termine una mirata attività di contrasto ad ogni forma di illegalità e di degrado.
Nei pressi della passeggiata del Gianicolo, all’altezza dell’Ospedale Pediatrico “Bambino Gesù”, i militari hanno fermato due italiani di 53 e 68 anni, mentre stavano esercitando per l’ennesima volta, l’attività di parcheggiatori abusivi. I due erano già stati sanzionati precedentemente per la medesima attività. Contestualmente i Carabinieri li hanno sanzionati anche per la violazione dello stazionamento nei presi della fermata dell’autobus urbano della linea “ATAC”, con richiesta di emanazione del Daspo Urbano.
Un cittadino del Marocco di 33 anni, con numerosi precedenti in materia di stupefacenti, a seguito di un controllo è stato denunciato a piede libero per porto di armi ed oggetti atti ad offendere. A seguito della perquisizione personale i militari hanno rinvenuto nelle tasche dello straniero un coltello artefatto della lunghezza di circa 10 cm.
I Carabinieri hanno poi eseguito diversi controlli alle attività commerciali della zona elevando in alcuni casi anche delle sanzioni amministrative. Ad un paio di esercizi commerciali, situati in piazza del Risorgimento, i militari hanno riscontrato la mancata affissione della tabella relativa agli orari per il consumo, la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, prevista dall’ordinanza sindacale.
All’interno di altri due locali, i militari hanno riscontrato il funzionamento degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincite in denaro, fuori dall’orario di funzionamento previsto dall’ordinanza sindacale. Nei confronti dei titolari dei locali pubblici sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di 500 euro.
In tutta la zona i Carabinieri della Compagnia Roma San Pietro hanno effettuato decine di posti di controllo, identificato centinaia di persone, controllate decine di auto ed in alcuni casi sono state elevate delle contravvenzioni al codice della strada.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 20938 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.