Depistaggio Via D’Amelio: il Comune di Palermo sarà Parte Civile



Il sindaco Leoluca Orlando ha dato mandato all’avvocatura comunale di procedere alla costituzione di Parte Civile nel processo che a Caltanissetta vede imputati alcuni agenti e funzionari di Polizia per il presunto depistaggio delle indagini sulla strage di via D’Amelio del luglio del 1992.

“Accertare la verità su quanto avvenne prima e dopo la strage – ha detto il Sindaco – è un dovere che lo Stato ha nei confronti delle vittime, nei confronti della città di Palermo e nei confronti di tutti i cittadini.

Questo processo, insieme a quello sulla “trattativa” sono pezzi importanti per ricostruire la verità storica dei fatti del 1992 e del 1993, perché quei fatti hanno strappato all’affetto dei familiari decine di vite e perché quei fatti hanno condizionato la storia e la democrazia del nostro paese.

26 anni di misteri e tentativi di insabiare la verità sono la prova del fatto che quella verità, ancora oggi, fa paura ad alcuni, ma che, allo stesso tempo, continua ad essere cercata e voluta da tanti.”

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 13141 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.