Giustizia, On. Molteni, LN: “No al rito abbreviato per reati gravi. Legittima difesa? PD cialtroni, M5S anonimi”



“Una vergogna inaudita, hanno insabbiato la nostra proposta sul rito abbreviato. Nicola Molteni, deputato della Lega Nord, è intervenuto ai microfoni di “Legge o Giustizia” su Radio Cusano Campus per parlare della sua proposta legge che vorrebbe modificare l’attuale istituto del rito abbreviato. Una proposta che, tra l’altro, era stata già approvata dalla Camera in passato, salvo poi sparire una volta arrivata al Senato. “Vogliamo che chi commette un reato grave non abbia il diritto di poter avere lo sconto secco di un terzo della pena massima prevista. La proposta, che abbiamo ripresentato,  venne approvata alla Camera salvo poi essere insabbiata al Senato per oltre un anno. La presentammo quando nessuno parlava del problema del rito abbreviato. In seguito la proposta venne assorbita nella grande riforma del codice penale ma non inserita all’interno del disegno di legge. Sono state prese tutte le proposte attinenti alla riforma e le hanno accorpate: peccato che poi non siano state poi messe all’interno del testo di legge. Con questa tecnica si è riusciti a far sparire la proposta di legge. Abbiamo denunciato questa vergogna inaudita alla Boldrini ma non c’è stato niente da fare. Non potendo fare altro per poterla far ripartire, abbiamo ripresentato lo stesso disegno di legge. Ripartiremo dalla camera, perdendo tempo  e un’occasione per dare un segnale alle vittime dei reati”. Molteni è anche uno dei principali promotori per una modifica alla legittima difesa.  “Sulla legittima difesa arriverà in aula non la nostra proposta, che era seria e che affrontava per bene il problema, ma quella cialtronata del PD che non tocca il tema della legittima difesa. Diciamo che almeno potremmo discuterne, perché la nostra proposta venne insabbiata ormai un anno fa, dopo numerosi discussioni presso le Commissioni. Non invitiamo nessuno ad armarsi ma per garantire al cittadino di potersi difendere bisogna fissare delle condotte in maniera oggettiva, togliendo la discrezionalità del magistrato e superando l’eccesso colposo di legittima difesa. Purtroppo sulla legittima difesa non conosciamo la posizione del Movimento 5 Stelle: sulla questione sono anonimi, hanno deciso di non entrarci”.

Fonte: Radio Cusano Campus

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.