Genzano, associazione culturale usata come piazza di spaccio: fermati due pusher



 

Un associazione culturale, di via Don Galieti a Genzano, è finita nel mirino della Polizia di Stato, nell’ambito dei controlli antidroga predisposti dalla Questura di Roma.

Due i pusher arrestati, 1340 grammi di marjuana e 30 grammi di cocaina sequestrati insieme a tutto l’occorrente per il confezionamento delle dosi e un locale sottoposto a sequestro penale in quanto luogo di spaccio. Questo il bilancio dei controlli antidroga effettuati nella giornata di ieri dagli agenti del commissariato di Genzano diretto dalla dottoressa Irene Di Emidio.

I poliziotti avevano notato un andirivieni di giovani all’interno del locale, tra cui numerosi tossicodipendenti della zona.

Gli investigatori hanno così iniziato un monitoraggio del circolo fingendosi avventori.

E, nella serata di ieri, i poliziotti hanno notato B.P., uno dei gestori che, mentre versava da bere, consegnava ad un cliente un involucro.

I poliziotti sono immediatamente intervenuti e hanno bloccato i due.

Durante la perquisizione del circolo hanno sequestrato due involucri contenenti   cocaina e marijuana nascosti tra le bibite e materiale per il confezionamento delle dosi.

Uno degli avventori, inoltre è stato trovato in possesso di cocaina nascosta nelle scarpe.

Identificato per C.L. di 20 anni, gli agenti hanno controllato anche la sua auto, dove hanno sequestrato altra sostanza stupefacente, un bilancino di precisione , un coltello per il taglio, più materiale vario per il confezionamento delle dosi.

Al termine, B.P. e C.L. sono stati arrestati per il reato di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre il locale è stato sottoposto a sequestro penale.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Avatar
Informazioni su Emanuele Bompadre 12457 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.