Parco di Veio, individuata e sequestrata una discarica abusiva: denunciato il proprietario del terreno



Nel corso di mirati servizi di controllo, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Cassia, in collaborazione con i Guardiaparco del Parco di Veio e la Guardia Nazionale Ambientale di Montesacro, hanno documentato una intensa attività di sversamento di rifiuti pericolosi all’interno di un terreno di proprietà di un romano di 49 anni che è stato denunciato.

Eternit, calcinacci, materassi, estintori e molto altro erano stati accatastati in diversi punti del terreno, andando a formare cumuli su cumuli di immondizia che inquinavano l’ambiente circostante in maniera irreparabile. All’interno dello stesso terreno, in mezzo ai cumuli di rifiuti, il proprietario allevava anche dei maiali  e dei cani in recinti metallici di fortuna.

Per usufruire della discarica si prendevano accordi col proprietario, si pagava una somma di poche decine di euro e si poteva entrare per scaricare nel terreno che tra l’altro in passato era stato già sequestrato.

Questa mattina, al verificarsi dell’ennesimo episodio di sversamento di rifiuti, i Carabinieri ed i Guardiaparco sono intervenuti ad interrompere l’attività criminosa ed hanno sequestrato l’intera area, procedendo alle attività preliminari per la bonifica del luogo.

E’ stata inviata una dettagliata informativa alla Procura della Repubblica di Roma per la gestione della discarica abusiva e per la violazione dei sigilli posti in precedenza sul terreno in questione.

 
Il Tabloid Network
Gruppo Pubblico · 158 membri
Iscriviti al gruppo
In questo gruppo potrai leggere gli articoli dei vari web magazine del network Il Tabloid.
 
Avatar
Informazioni su Emanuele Bompadre 12052 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.