Roma – Controlli nei quartieri della movida, tre arresti



La notte scorsa, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno eseguito un pianificato servizio di controllo del territorio nei quadranti del Centro Storico maggiormente investiti dal fenomeno movida. I militari, con la collaborazione dei Carabinieri dell’8° Reggimento “Lazio”, hanno posto particolare attenzione nelle zone di Campo dé Fiori, piazza Navona, piazza della Rotonda, piazza Venezia, piazza Barberini, piazza della Repubblica, via Veneto e vie limitrofe. Il bilancio è di 3 persone arrestate.

Il primo a finire in manette è stato un pusher del Marocco di 31 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, sorpreso dai Carabinieri in piazza Campo dé Fiori con numerose dosi di marijuana, confezionate singolarmente e pronte per essere vendute.

Poco dopo è stata arrestata una cittadina romena di 30 anni, anche lei nella Capitale senza fissa dimora e già conosciuta alle forze dell’ordine, con l’accusa di furto aggravato. La donna si era impossessata del portafogli di un turista cinese di 20 anni nei pressi della fermata della metropolitana “Repubblica”. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita alla vittima.

In largo dei Chiavari, invece, i Carabinieri hanno arrestato un ragazzo romano di 18 anni con le accuse di minacce, lesioni personali e porto illegale di arma bianca. Il giovane, che nonostante l’età vanta già alcuni precedenti per rissa e lesioni, mentre si trovava in compagnia di un gruppo di amici, a seguito di una lite scaturita per futili motivi con un 24enne romano, lo ha dapprima minacciato, poi ha estratto un coltello dalla tasca ferendolo ad un fianco.
I conoscenti della vittima hanno immediatamente dato l’allarme al “112” e i Carabinieri impiegati nel servizio di controllo alla movida sono riusciti a rintracciare l’aggressore che, durante la fuga, era riuscito a disfarsi del coltello. La vittima è stata portata al pronto soccorso dell’ospedale “Santo Spirito”: la ferita era, fortunatamente, superficiale per cui ne avrà per 7 giorni.

Durante lo stesso servizio, i Carabinieri hanno rintracciato un 37enne residente nella provincia di Messina, affetto da disturbi psichici, che si era allontanato arbitrariamente da una casa di cura di Milazzo il 30 settembre scorso, senza aver più dato notizie di sé. L’uomo verrà riaffidato ai genitori.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.