Ostia – Soccorsa una donna in una pozza di sangue



Questa mattina all’incrocio tra via Canale della Lingua e via Perseo di Cinzo, lungo un fossato è stata soccorsa una donna ferita gravemente all’addome. La vittima di nazionalità rumena si trovava a terra in una pozza di sangue. La ferita è stata provocata da un arma da taglio. Soccorsa, la donna è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Grassi.

Le condizioni della 30enne sono gravi ma, non sarebbe in pericolo di vita. La donna è stata sottoposta ad intervento chirurgico. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Ostia e la Squadra Mobile che stanno ancora indagando per ricostruire la vicenda e capire i motivi della violenta aggressione.

La ragazza  – ha dichiarato Flavio Soleo, direttore pronto soccorso ospedale Grassi di Ostia – è arrivata in ospedale in condizioni discrete ed era cosciente. Dall’esame clinico esterno, il chirurgo ha rilevato delle ferite da taglio tra l’addome e il torace, è stata inviata subito in sede radiologica per fare una Tac e poi è stata portata in sala operatoria. La donna è in uno stato anemico evidente, scioccata perche’ forse ha subito un’aggressione. Il chirurgo ha parlato di svariate ferite da taglio, non fatte questa mattina; non è però riuscito a finire l’esame clinico obiettivo perché i tempi tra l’entrata in pronto soccorso e la sala operatoria sono stati brevissimi”. La ragazza era senza documenti e non ha fornito ai medici dettagli sulle cause delle ferite. “Con noi ha parlato pochissimo – ha aggiunto Soleo – sara’ la Polizia o gli assistenti sociali ad approfondire il caso e capire cosa è successo”.

A quanto si apprende la giovane non ha riferito ai medici di aver subito violenze sessuali, né  ha saputo identificare nessuno. Dall’esame esterno degli indumenti, abbastanza puliti, sembra che sia stata fatta scendere da un’automobile e non scaraventata a terra.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.