Cuore di pizza da Pasqualino

Un cuore di Pizza per omaggiare tutte le mamme del mondo: questa  l’ultima “trovata” di Da Pasqualino, l’antica pizzeria del Borgo Loreto fondata nel  lontano 1928 nel ventre  di Napoli antica, attualmente rappresentata dal maestro Giovanni Gallifuoco, con la moglie Annamaria Mazzotta, le figlie Angela, Rosa, Linda e  Lella, Istruttrice UPTER e la signora Giovanna Mazzotta,  intesa celebrare in maniera originale la Festa della Mamma che ogni anno ricorre puntualmente  la seconda domenica di maggio. Tradizione e fantasia sono gli ingredienti vincenti dell’attività di  ristorazione e di accoglienza della ditta Da Pasqualino, sempre attenta a proporre nuove soluzioni gastronomiche ed a non far passare inossevata ogni significativa ricorrenza del calendario annuale. Per la circostanza, Lella e Linda “le anime vulcaniche” dell’azienda, hanno realizzato un maxi cuore dell’amore confezionato con pasta di pizza, tocchetti di mozzarella di bufala, pomodoro fresco e basilico contrassegnato dalla simbolica scritta “LOVE”. Molto particolare anche il menu proposto in onore della “regina della casa” ispirato ai  colori ed i profumi del mese di maggio. Si comincia dall’antipasto con “bocciuoli di rosa” di pasta di pizza ripieni di pachino del Vesuvio, bocconcini di fior di latte di Agerola,  le verdurine in pastella con salsa rosa, arancini di riso venere e pesce; a seguire sformato di tagliolini di barbabietola in crosta “margherita”, crepes di farro con caponatina, riso aromatico ai petali di rosa, cuori di carciofi farciti, fritturina del pescato del golfo  in coppetielli a forma di cuore, e per finire, mousse con fragole e limoncello e torta giardino con  frutta di stagione

Alfredo Di Costanzo
Informazioni su Alfredo Di Costanzo 8862 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.