Pattinaggio, Skating Frascati, per Valente un altro quadriennio da consigliere regionale

Recentemente la “nuova” Federazione italiana degli sport rotellistici (che dal prossimo 4 aprile prenderà ufficialmente questo nome e sarà abbreviata in Fisr) ha rinnovato le proprie cariche anche a livello di comitato regionale del Lazio. Confermatissimo alla presidenza Antonio Varacalli che ha voluto avere al suo fianco per un nuovo quadriennio di lavoro il massimo dirigente dello Skating Frascati Claudio Valente. Il numero uno del club tuscolano ha visto confermata la sua responsabilità organizzativa sulle “altre discipline” che fanno parte della famiglia sportiva del pattinaggio, come ad esempio il freestyle, lo skateboard (appena diventata disciplina olimpica), il longboard e il roller derby. «Quando qualche anno fa il presidente Varacalli mi ha chiesto la disponibilità a ricoprire la carica di consigliere, ho valutato la cosa e ho deciso di tuffarmi in questa avventura. Per motivi di tempo non ho potuto dedicarmi alla disciplina principale del pattinaggio artistico, da cui provengo sia per il mio passato di atleta che di presidente dello Skating Frascati. Ho così accettato di buon grado di “esplorare altri mondi” del pattinaggio, in modo tale da aprire anche a Frascati eventuali nuove opportunità. Non a caso oggi lo Skating Frascati ha un movimento di freestyle abbastanza importante, mentre sullo skateboard la difficoltà principale riguarda la necessità di avere un impianto adatto». Dopo i primi quattro anni, Valente si dice soddisfatto del suo percorso da consigliere regionale. «Credo che siano stati fatti dei passi in avanti abbastanza evidenti, soprattutto nel freestyle dove è stato più semplice e immediato da parte mia riuscire a coinvolgere un discreto numero di società. Ora la nostra regione ne conta sei e nello scorso campionato regionale si sono iscritti oltre cento atleti, segno di un movimento in chiara crescita che nel 2017 sicuramente aggiornerà verso l’alto questi numeri. Inoltre il freestyle laziale ha avuto ben sei rappresentanti ai campionati italiani e questo è sicuramente un ottimo punto di partenza per il quadriennio di lavoro che è appena iniziato».

I video del giorno