Roma, rifiuti, Santori, FDI: “Muraro aguzzina della Valle Galeria”

“Vorremmo sapere cosa pensano i cittadini della Valle Galeria, dei Municipi XI e XII nel leggere le dichiarazioni dell’assessore ai rifiuti di Roma Capitale, Paola Muraro, che definisce miope la chiusura della discarica di Malagrotta. Chi per anni ha combattuto fianco a fianco con i residenti di quelle aree, intossicati dai miasmi provenienti dalla discarica, non può che trovare assurde le idee dell’assessore del Movimento 5 Stelle”. E’ quanto dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia.
“Al di là del giudizio su Malagrotta, preoccupa lo spazio lasciato aperto dalla Muraro all’eventualità di una nuova discarica che però non si assume l’onere di indicare. L’assessore lancia il sasso ma ritira la mano. E ciò che allarma maggiormente è quanto leggiamo tra le righe delle sue dichiarazioni. Ovvero che, constatando la difficoltà della raccolta dei rifiuti a Roma, il Movimento 5 Stelle starebbe pensando alla riaccensione di Malagrotta in attesa di un nuovo sito. Sarebbe la peggiore sconfitta dopo anni di battaglie per migliaia di cittadini, e rappresenterebbe la morte di un intero quadrante della Capitale. Piuttosto l’assessore, ex consulente Ama per 12 anni, insieme al presidente della Regione Lazio Zingaretti e al suo fido consulente Fortini si preoccupino di quanto ha dichiarato Lupo, direttore di Arpa Lazio, in commissione Ecomafie in merito alla fuoriuscita di percolato dagli impianti di discarica di Malagrotta e Civitavecchia”.

E’ quanto dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia

loading...