10 dicembre 2016

Ventura: “Abbiamo giocato, sofferto e vinto da squadra”

“Stasera abbiamo giocato da squadra, sofferto da squadra e vinto da squadra”:  sono le prime parole di un soddisfatto Gian Piero Ventura subito dopo il fischio finale.  “Il primo tempo – continua il ct – sarebbe stato perfetto se non ci fosse stato l’episodio del gol di Israele, simile a quanto successo con la Francia. Un gran gol, ma regalato. Chiaro che poi, in dieci contro undici, è sempre difficile in un match di qualificazione ai Mondiali. Abbiamo avuto cinque minuti di sbandamento, poi non abbiamo rischiato più niente e avremmo potuto chiuderla più volte. Verratti? In molti dicevano che non poteva giocare in quel ruolo e invece ha dimostrato che è un giocatore di grande spessore”.

Tra un mese c’è la super sfida contro la Spagna a Torino. “Staremo meglio fisicamente – ha concluso Ventura – perchè i giocatori avranno quattro partite in più nelle gambe:  penso che potremo fare meglio di stasera”.

L’immagine della felicità è Ciro Immobile. “Il mister  – racconta – l’aveva predetto che avrei segnato. E io sono contento anche perchè tra di noi c’è un rapporto speciale sia a livello umano che professionale. Io gli devo molto, il gol era il minimo che potevo fare. Abbiamo giocato da Italia e abbiamo vinto. Il nostro è un girone complicato, ne passa solo una e quindi bisogna vincere e non lasciare punti per strada. Ce la metteremo tutta come all’Europeo. Per noi è un onore giocare in Nazionale e qualificarci per il Mondiale”.

“C’è stata una disattenzione, ma abbiamo fatto una grandissima gara. Siamo un gruppo fantastico, abbiamo costruito in questi due anni lo spirito giusto: oggi è un punto di partenza, ora pensiamo alle prossime partite”: questo il commento di Antonio Candreva, che al 32’ del primo tempo ha segnato su rigore il 2-1.

“In parità numerica – continua l’azzurro – la partita sarebbe rimasta sotto il nostro controllo, in qualche circostanza abbiamo sofferto perchè eravamo in dieci. Dobbiamo continuare a lavorare sulle certezze del mister, a inizio campionato ci può stare di non avere la condizione fisica ottimale. Tra un mese la Spagna? Sarà una partita difficile, lo sappiamo. Ma con il lavoro, la determinazione e l’umiltà possiamo dare fastidio a tutti”.

Con la sua rete ha sbloccato il risultato e realizzato il gol numero 9 con la maglia azzurra. Festa doppia per  Graziano Pellè: “Come al solito quando le partite contano – sottolinea l’attaccante – la Nazionale è sempre pronta. Siamo contenti per il nuovo staff, è una bella vittoria su un campo difficile. Sapevamo di dover restare sempre concentrati, abbiamo dimostrato di essere una squadra che combatte fino alla fine. Ora speriamo di continuare così, si può sempre migliorare”.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5990 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.