9 dicembre 2016

Piazza Meucci, affitta camere e scuola di danza senza autorizzazioni: la polizia locale chiude i locali

Intervento della Polizia di Roma Capitale presso uno stabile in Piazza Antonio Meucci, dove gli agenti del gruppo Marconi hanno scoperto ieri mattina una scuola di danza privata che operava senza alcun tipo di autorizzazione, per giunta avendo effettuato lavori edilizi non autorizzati, ricavando da un soppalco una decina di posti letto destinati ad ospitare alcune persone.

La scuola, gestita da un italiano, è composta da un piano terreno di circa 300 mq con tre palestre, spogliatoi, bagni e reception, e risulta contare circa un centinaio di soci: al momento dei controlli erano presenti una ventina di persone.
Dalle verifiche è emerso che da un piano soppalcato erano stati ricavati sette posti letto in tre camere, con un soggiorno, un corridoio e una cucina.
Al controllo dei documenti non sono risultate né le autorizzazioni del municipio né quelle della ASL, le camere presentavano carenze igieniche con presenza di muffe, impianti elettrici non a norma e altre situazioni potenzialmente pericolose: di fatto esisteva, in caso di incendio, un reale pericolo per la vita delle persone all’interno dei locali, anche perché alcune vie di fuga risultavano parzialmente ostruite da vari materiali immagazzinati.
Oltre alle violazioni del regolamento d’igiene, i reati contestati al responsabile sono quelli di abuso edilizio, mancanza della prevenzione incendi, e mancata registrazione e comunicazione all’autorità di Pubblica Sicurezza degli alloggiati.
Le indagini sono ancora in corso, per ora la struttura è stata posta sotto sequestro.
About Samantha Lombardi 4028 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it