8 dicembre 2016

Porta Portese, lasciato dalla ex pubblica filmati hot su internet

I Carabinieri della Stazione di Roma Porta Portese hanno arrestato, dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Roma, un 31enne di Civitavecchia, già noto alle forze dell’ordine, che non rassegnandosi alla fine di una relazione sentimentale avuta con una donna romana, l’ha perseguitata per mesi, pubblicando addirittura alcuni video e scatti rubati durante loro precedenti momenti di intimità.

Dal giorno seguente la separazione, l’uomo ha iniziato gli atti persecutori, inviando sul telefono della donna un video che li traeva in un rapporto intimo, registrato all’insaputa della partner in una camera dove aveva nascosto una telecamera e minacciandola di pubblicarlo in internet. Dalle parole l’uomo è passato ai fatti, pubblicando il video integrale su You Tube, informando dell’avvenuta divulgazione la donna e i suoi figli maggiorenni.

Prima che il video venisse subito censurato dai gestori della piattaforma on line, la donna ha salvato alcuni fermi immagine che le hanno consentito di presentare una denuncia nei confronti dell’uomo ai Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese.

Nel frattempo, l’uomo ha continuato con i suoi vili atti, inviando le immagini anche su Facebook e all’utenza telefonica dei figli della donna che ha continuato a ricevere anche messaggi vocali con minacce di morte nei confronti suoi e della sua famiglia.

Nella giornata di ieri la fine dell’incubo per la 52enne, quando i Carabinieri hanno rintracciato e fermato lo stalker a Civitavecchia, nella cooperativa di servizi dove lavora.

L’uomo è stato portato presso la sua abitazione, agli arresti domiciliari, e gli è stato imposto il divieto di uso di mezzi telefonici, informatici e telematici e di contattare persone diverse dai suoi conviventi.

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.