6 dicembre 2016

Strage Orlando, Scialpi: “Vengono colpiti i luoghi dove c’è musica perchè la musica da emozioni”

Il cantautore Scialpi è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano (www.unicusano.it).

In merito alla strage di Orlando. “Vengono colpiti i luoghi dove si fa musica perché la musica dà emozioni, e le emozioni sono quello che questi terroristi vogliono combattere –ha affermato Scialpi-. La loro è psicologia del terrore, quindi ogni momento è buono per destabilizzare qualsiasi momento. Questo è molto brutto perché ci fa vivere in uno stato d’ansia che non ci possiamo permettere. Siamo tutti attaccabili, noi per primi forse. Nel mondo islamico non siamo considerati esseri umani pari agli altri”.

Comunità gay non unita. “Esistono lobby, associazioni che attraverso il loro potere cercano di gestire la vita e la quotidianità delle persone, come quella del gay village, che dice che se la Raggi non va lì non bisogna votarla –ha affermato Scialpi-. In questi momenti dobbiamo essere tutti solidali e lottare per i diritti. Il diritto di essere riconosciuti cittadini pari agli altri non deve essere strumentalizzato dalla politica. Bisogna educare tantissimo, bisogna fare in modo che tutte le persone capiscano che siamo tutti uguali, bisogna manifestarsi in modo normale e non in modo folkloristico come il gay pride, che mostra solo una parte del mondo gay. Il gay pride lo trovo obsoleto, andava bene negli anni ’70, adesso siamo andati oltre. Non esiste più l’orgoglio gay, noi siamo esseri umani normali e dobbiamo vedere in un modo normale, senza ghettizzarci, noi non siamo una categoria. Questo è importante perché se no facciamo dei passi indietro e non in avanti”.

Fonte: Radio Cusano Campus