3 dicembre 2016

Futsal, Serie B, Lido di Ostia: restano Barra, Corsetti e il preparatore Di Franco. Saluta Gentile

Il Lido di Ostia continua le grandi manovre in vista della prossima stagione di serie B. Il club dei presidenti Paolo Gastaldi e Sandro Mastrorosato e del direttore generale Lorenzo Salvi, che l’anno scorso centrò il quarto posto nella stagione regolare con relativi play off e aggiungendo la partecipazione alla Final Eight di Coppa Italia, è già in piena attività organizzativa. Maggio e giugno, d’altronde, sono due mesi decisivi per la costruzione del futuro organico, ovviamente affidato al confermatissimo tecnico Roberto Matranga. Nei giorni scorsi la società ha già annunciato la prosecuzione degli accordi con l’italo brasiliano Joao Frederico (per tutti semplicemente Fred) e di capitan Paolo De Santis oltre agli importanti arrivi del portiere Federico Mazzuca e del pivot Alex De Cicco, entrambi ex Capitolina. Il club lidense, ora, aggiunge altri tre tasselli. Due faranno parte del roster a disposizione di mister Matranga: si tratta di Federico Barra, laterale classe 1994 che dalla prossima stagione uscirà definitivamente dall’Under 21 e potrà esprimere il suo talento concentrandosi esclusivamente sul campionato di serie B, e di Alessandro Corsetti, estremo difensore sempre affidabile che sarà tra i pali del Lido di Ostia anche nella prossima stagione. Due conferme ulteriori tra i giocatori alle quali si aggiunge quella del preparatore atletico Gabriele Di Franco, ormai divenuto un “fedelissimo” di mister Matranga visto che la prossima sarà la sua terza stagione al fianco del bravo tecnico. Un ultimo annuncio il Lido di Ostia lo fornisce anche sul mercato “in uscita”: si separano, infatti, le strade con il pivot Emanuele Gentile che la società ringrazia per l’impegno e la dedizione dimostrati al club lidense nella stagione appena messa alle spalle. In uscita il Lido di Ostia aveva già ufficializzato gli addii (sicuramente significativi per la lunga militanza nel club) di Giorgio Ruzzier e Maurizio Grassi, oltre che quello del pivot Luca Gullì.