10 dicembre 2016

Regione Lazio, valorizzazione via Francigena, prende quota il progetto “Appia Latina”

Sono quattordici i Comuni del Lazio meridionale che hanno aderito ad “Appia Latina”, il progetto finanziato dalla Regione con l’obiettivo di valorizzare il percorso della via Francigena del Sud.

Nelle scorse settimane si è riunito il Comitato Generale composto dai rappresentanti dei Comuni aderenti (Formia ente capofila, Monte San Biagio, Campodimele, Fondi, Itri, Gaeta, Minturno, Castelforte, Santi Cosma e Damiano, Coreno Ausonio, Ausonia, Castelnuovo Parano, Esperia e San Giorgio a Liri) che ha iniziato ad approfondire il quadro delle iniziative da attuare per migliorare l’accessibilità dei percorsi ed entrare nella rete degli itinerari più battuti. Innanzitutto, si procederà alla manutenzione dei cammini, lavorando d’intesa con i gruppi che hanno già iniziato a percorrere la via lungo la direttrice Roma-Brindisi e che scelgono l’Appia come asse principale di percorrenza. Saranno confermati i tragitti principali e quelli secondari, si lavorerà all’attualizzazione delle mappe e si farà un’analisi attenta dei costi nell’ottica di una implementazione dei percorsi e di una transitabilità dei cammini con i mezzi più vari: piedi, bicicletta, cavallo.

Un progetto originale che coinvolge quattordici comuni e due province (Latina e Frosinone) e che ha l’obiettivo di porre in comunicazione due assi diversi della Francigena: quello che segue l’Appia, fino a Suio, proseguendo in Campania e quello che, scendendo da Roma, lungo la Prenestina-Casilina, giunge fino a Cassino per spingersi verso il Molise. Questa scelta strategica consentirà anche di sostenere l’ipotesi del riconoscimento di un tratto della via Micaelica che parte da Monte Saint Michel in Francia e giunge fino a Monte Sant’Angelo, in provincia di Foggia, in Puglia.

Alla riunione del Comitato Generale ha fatto seguito il 25 maggio scorso l’incontro del Comitato Tecnico, costituito dai responsabili comunali di strade, servizi manutentivi, infrastrutture e mobilità. Con loro c’erano i camminatori storici della via Francigena (nell’occasione il Gruppo dei Dodici ha presentato il programma della camminata che attraverserà i Comuni del progetto raggiungendo Fondi il 1 giugno) e i rappresentanti delle Associazioni giovanili “Accompagna”, “Ti Accompagno” e “Volare”.

“Queste ultime – sostiene l’architetto Valeria Galluzzi, dell’Associazione dei Comuni SER.A.R, della provincia di Rieti, anche lei presente all’incontro – sono il nostro fiore all’occhiello. I giovani che le hanno costituite si sono preparati nei corsi di specializzazione tenuti a Gaeta e nei Master tenuti a Roma, Milano e Foggia. Per loro abbiamo costruito laboratori di marketing territoriale che ospitano e preparano sempre nuovi giovani”.

Il prossimo appuntamento è fissato per il 17 giugno, sempre a Formia. “Crediamo molto in questo progetto – sostiene il Vicesindaco di Formia con delega al Turismo Eleonora Zangrillo -. Puntiamo ad incentivare questa forma di turismo anche con il contributo dei giovani che si sono formati in questo campo e che lo faranno nel prossimo futuro. Ci sono tante associazioni giovanili che, in altre zone d’Italia, già lavorano all’implementazione di questi flussi. Il 17 giugno incontreremo i giovani del territorio che hanno aderito al progetto ‘Torno subito’. Saranno un’importante risorsa per tracciare un’efficace strategia di valorizzazione degli itinerari, capace di attirare quote sempre più rilevanti di turisti”.

Il 31 maggio a Roma si terrà il Festival dei Cammini. Per l’occasione, rende noto Renato Di Gregorio, curatore del programma, “contiamo di attualizzare anche il sito web dedicato ai percorsi della Via Francigena nel Lazio (http://viefrancigenelazio.it) realizzato gratuitamente da Impresa Insieme in occasione del programma di formazione-intervento finanziato dalla Regione Lazio e realizzato insieme all’Istituto Caboto e all’Azione Cattolica di Gaeta con l’obiettivo di creare la figura professionale di “animatore della Via Francigena”.

Nel frattempo, i tecnici dei Comuni di SER.A.F. lavoreranno con i soci del CAI di Esperia per definire il percorso francigeno/micaelico e trovare le connessioni con i sentieri già tracciati dell’antica Linea Gustav. Lavoreranno presso il Laboratorio di Marketing territoriale di Castelnuovo Parano, in località Sant’Antonio, ospiti della dott.ssa Maria Ausilia Mancini, presidente dell’Associazione “Ti Accompagno”.

About Emanuele Bompadre 8290 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.