11 dicembre 2016

Una cura piacevole… la musica!

Sicuramente tutti coloro che nella vita hanno avuto a che fare con la nobile arte della musica, sia in maniera attiva, suonandola, o in modo passivo, ascoltandola, assumendola o piu` semplicemente consumandola in maniera compulsiva, si saranno facilmente resi conto dei benefici fisici e mentali oltre che emozionali che essa apporta alla propria persona.

Bene, anche la scienza, in maniera certa e certificata, entra in gioco nella determinazione di tutto cio`. Uno studio effettuato dai ricercatori dell` Imperial College London e pubblicato sulla rivista Pubblic Health afferma : “ ascoltare musica dal vivo aiuta a ridurre i livelli di stress attraverso la modulazione nella produzione di cortisolo”.

Questo e` il risultato di una misurazione a campione dei livelli di cortisolo nel sangue, ormone che prodotto dalle ghiandole surrenali serve ad aumentare il livello di glicemia, che notoriamente si innalza all`aumentare dello stress. Senza inoltrarci troppo nel metodo scientifico del caso, il risultato dello studio e` stato certo: i volontari hanno partecipato a concerti live, nello specifico musica classica e corale, vedendo ridotti in maniera significativa i livelli di cortisolo e quindi di stress!

Risultati fantastici che vanno  ad aggiungersi  a quelli gia` noti per cio` che riguarda la musicoterapia, in genere usata per molti altri  disturbi, vedi la depressione, la pressione sanguigna, oltre che per favorire le relazioni, le comunicazioni e le necessita` emozionali, sociali e cognitive.

La musica quindi, viene spesso tirata in ballo dalla scienza come tema per studiare l`uomo, l`individuo, la socialita` ed i suoi disturbi.

Suonare uno strumento, anche qui scientificamente provato,  fa bene ed apporta conseguenze positive nella vita. Non importa se fatto a livello amatoriale o professionale, l`importante e` che venga comunque fatto. Bisogna iniziare , magari da bambini, che dovranno essere stimolati nelle varie fasi della crescita. Lo studio degli strumenti  e` benefico a 360 gradi , per la memoria  in primis, ma anche per lo sviluppo delle capacita` cognitive, di concentrazione e sviluppo  di abilita` organizzative.

E` tutto molto affascinante e vi esorto ad approfondire questi temi perche` la lista dei benefici che “ il fare musica” puo` portare e` veramente infinita !!!

La novita` che mi ha piacevolmente colpito dei nuovi studi dell`Imperial College London, sta nel fatto che questa volta i benefici sono stati provati riguardo la musica live , quindi la partecipazione ai concerti.

Chi vi scrive  da anni supporta e promuove la musica live, in ogni momento e modo possibile. E` vero mi occupo di rock n roll mentre lo studio campione e`stato effettuato durante concerti classici e corali… ma se , come io credo , il rock n roll  risulta essere la musica classica del ventesimo secolo, l`equazione torna!

Ragazzi l`arte e` cultura, la musica fa parte di essa ed esprime noi stessi , non importa quale concerto sceglierete di gustare durante la prossima stagione o quale strumento inizierete a studiare domani mattina, ma fatelo , provateci e ne uscirete piacevolmente soddisfatti e rigenerati!

Mirko Brillantina De Rossi
About Mirko Brillantina De Rossi 49 Articoli
Conduttore speaker radiofonico, musicante e suonatore per passione....Ama il rock n roll non solo come genere ma soprattutto come cultura ,stile e tendenza.....Le chitarre americane sono una fissa...ne possiede sempre poche per quante ne vorrebbe!!!