3 dicembre 2016

Regione Lazio – “Il Lazio Riduce e Ricicla”, una gara a colpi di raccolta differenziata nelle scuole di 13 comuni

È partita la gara a colpi di raccolta differenziata con “Il Lazio Riduce e Ricicla”, il progetto di educazione ambientale di Legambiente Lazio, realizzato con il contributo di Ambie.en.te.Spa, per favorire la riduzione, il riuso e il riciclo dei rifiuti urbani prodotti in ambito scolastico e domestico, grazie al coinvolgimento di insegnanti, studenti e familiari delle scuole dei comuni di Castel San Pietro, Casape, Cave, Ciampino, Gallicano nel Lazio, Genzano,Monteporzio Catone, Palestrina, Poli, San Cesareo, San Gregorio, Serrone e Zagarolo.

Un percorso di sensibilizzazione ed informazione per gli alunni partecipanti, coinvolti in una gara a premi; la sfida tra classi ha lo scopo di incentivare la riduzione dei rifiuti e la raccolta differenziata attraverso giochi e divertimento fino alla fine dell’anno scolastico; durante questo periodo gli studenti sono chiamati a mettere in campo una serie di azioni finalizzate alla riduzione delle quantità di rifiuti da loro prodotti e all’incremento di quelli raccolti in modo differenziato a scuola, a casa e non solo. La classe vincitrice sarà quella che avrà sviluppato le azioni più efficaci per migliorare il proprio livello di virtuosità, ottenendo il punteggio più elevato attraverso la raccolta differenziata.

“Un mondo diverso è possibile specialmente se crescono nuove generazioni capaci di vivere una quotidianità fatta di rispetto dell’ambiente – dichiara Roberto Scacchi Presidente di Legambiente Lazio -. Bisogna partire proprio dalla scuola, per il ruolo che assume nella formazione delle future generazioni, a lavorare sui piccoli gesti quotidiani che fanno bene all’ambiente. In questo caso, lo sviluppo di una gara che mette in rete le buone pratiche sulla raccolta differenziata in classe e a casa, è anche un metodo sano per rendere più efficace e corretto il conferimento dei rifiuti nei comuni coinvolti. Esperienze come questa vanno replicate in ogni territorio della nostra regione e supportate nella maniera corretta dalle aziende e dalle amministrazioni, perchè il Lazio si avvii definitivamente verso una complessiva e sana gestione del proprio ciclo dei rifiuti”.

“Ambiente S.p.A. ha immediatamente fatto proprio il progetto di Legambiente Lazio – dichiara il Direttore Generale Davide Vernice – e dal momento in cui gli è stato proposto, ha subito immaginato che il proprio ruolo di attore operativo, nell’ambito della raccolta differenziata su numerosi territori del Lazio, dovesse coniugarsi alla promozione di azioni strutturate, riguardanti la formazione di una coscienza ambientale, diffusa e capillare. L’idea del gioco e della competizione tra ragazzi delle scuole, ci è subito apparsa un ottimo modo per incalzare la nostra idea di recupero dei rifiuti e che nella sostanza ha continuamente bisogno di un supporto formativo. Sappiamo bene che le nuove generazioni costituiscono un bacino ampio e ricettivo, capace di rappresentare lo scarto culturale tra passato e futuro e per questo motivo Ambiente sarà sempre in prima fila per accogliere e sollecitare iniziative di questo genere.”

About Emanuele Bompadre 8223 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.