7 dicembre 2016

Riservamica 2016, Il richiamo della natura nel bosco sacro di Assisi

 

Il Corpo forestale dello Stato apre le porte delle riserve naturali nazionali. Parte da Assisi RiservAmica, con  un percorso nei luoghi sacri di S. Francesco per esaminare il rapporto tra uomo, lupo e ambiente attraverso la storia del bosco

Roma, 29 aprile 2016 – Anche quest’anno RiservAmica apre a tutti le porte di molte Riserve Naturali Statali, veri e propri scrigni di biodiversità, gestite dal Corpo forestale dello Stato, con programmi studiati per le diverse fasce d’età.

Sarà Assisi la Riserva che inaugurerà l’evento, nel Bosco Sacro di San Francesco. Nell’anno del Giubileo della Misericordia il bosco sacro di San Francesco, gestito dal Corpo forestale dello Stato, è un esempio di connubio fra tutela della biodiversità e ricerca della spiritualità.

Ambiente e natura al centro della vita, riscoprire il rapporto del proprio io con l’ambiente e cogliere la spiritualità grazie al contatto con alberi, piante e animali. Questo può accadere ad Assisi, centro di devozione per le più grandi religioni monoteiste e scrigno di biodiversità. La presenza dei luoghi francescani, oltre ad esercitare di per sé grande fascino per i credenti ha permesso di conservare tesori della natura, salvati dal disboscamento selvaggio.

Nei dintorni di Assisi la presenza del lupo ai tempi di san Francesco e santa Chiara era un fatto normale, oggi nei medesimi luoghi trovare una traccia della presenza del canis lupus è un evento raro ma non impossibile.

Conservare intatto l’ambiente è fondamentale per la sopravvivenza di molte specie animali e vegetali ed Assisi permette un approccio sia ambientale che religioso di grande intensità.

Sul sito del Corpo forestale dello Stato, www.corpoforestale.it nella sezione “Biodiversità”, sarà possibile scaricare i programmi per visitare una o più Riserve nel periodo tra il 30aprile e l’8 maggio.

About Emanuele Bompadre 8266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.