3 dicembre 2016

Roma – Un angolo della Dolce Vita sulla scalinata di Trinità dei Monti

 

Dal 19  aprile la maestosa scalinata di Trinità dei Monti si trasformerà in una passerella d’eccezione per rivivere le atmosfere della Dolce Vita, un momento magico nella storia della Città Eterna che fa sognare ancora oggi. Scenografico raccordo fra piazza della Trinità dei Monti e la sottostante piazza di Spagna,  il monumento è attualmente oggetto di un intervento di restauro, predisposto dai tecnici della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali che ne curano anche la Direzione tecnico-scientifica, reso possibile grazie a una donazione di 1,5 milioni di euro elargita da Bulgari nel 2014 in occasione della celebrazione del 130° anniversario della Maison.

La scalinata  al momento è accessibile  ai romani e ai turisti solo tramite la rampa laterale di sinistra con un percorso protetto da pannelli trasparenti per rendere visibili le operazioni di restauro e continuare a godere della meravigliosa vista sulla Fontana della Barcaccia e su via dei Condotti. Proprio sui pannelli trasparenti, per compensare quest’anno l’assenza (a causa del restauro)  dello spettacolo primaverile con la fioritura delle azalee, la maison Bulgari ha offerto una alternativa artistica: verranno applicate immagini storiche delle dive indimenticabili della Dolce Vita a grandezza reale, ritratte come se virtualmente percorressero la scalinata oppure sedessero languidamente sui gradini godendosi il sole di Roma. Elizabeth Taylor, Anita Ekberg, Gina Lollobrigida, Sophia Loren, Claudia Cardinale, Monica Vitti e molti altri memorabili protagonisti del jet set appariranno come per incanto vestiti da gran sera oppure abbigliati in stile casual-chic, sempre e comunque bellissimi, sorridenti ed eleganti. Un tuffo nel passato che sottolinea come Roma, oggi come ieri, rappresenti una delle mete più ambite per set cinematografici e, in generale, ambientazioni di grande impatto scenografico.  I romani e i turisti che visiteranno la scalinata potranno quindi ritrarsi con un “selfie” o farsi immortalare come se avessero casualmente “incontrato” questi spettacolari personaggi.

L’installazione artistica, ideata per Bulgari da Fabien Iliou, rimarrà allestita sino a quando la rampa verrà richiusa per procedere alla rifinitura complessiva del restauro.

I lavori sono finalizzati non solo alla pulitura, consolidamento e protezione di tutte le superfici lapidee, ma anche a garantire la sicurezza di chi percorre la scalinata con il recupero funzionale delle gradinate. Sono attualmente in corso delle verifiche statiche sui muri di contenimento delle rampe superiori, in particolare del lato destro, dove sono state riscontrate delle lesioni lungo i gradini. A tal fine si sta procedendo alla rimozione delle essenze arboree nel giardino privato confinante, per eseguire ulteriori indagini finalizzate alla comprensione esatta delle cause  dei dissesti localizzati.

Il gesto di mecenatismo di Bulgari, oltre a sottolineare la validità degli accordi di collaborazione pubblico-privato di questo tipo,  rende omaggio a un luogo altamente simbolico per la Maison: proprio in prossimità della scalinata, in Via Sistina,  il fondatore Sotirio Bulgari si stabilì con la famiglia alla fine dell’Ottocento e nel 1884  inaugurò il suo primo negozio, poi  affiancato nel 1905  dallo storico  punto vendita in Via Condotti 10, oggi unico negozio Bulgari a Roma e punto di riferimento per i circa 300 negozi Bulgari in tutto il mondo.

Dalla fine del XIX secolo, il marchio si è affermato come emblema dell’eccellenza italiana in gioielleria, e, a partire dagli anni ’70, ha  applicato con successo la sua creatività pionieristica anche agli orologi, agli accessori in pelle e seta, ai profumi e, infine, agli hotel.