9 dicembre 2016

Zagarolo – Produceva in casa marijuana rifornendo i giovani della zona

160 piante di marijuana, lampade, ventilatori, deumidificatori. E’ quanto gli agenti del commissariato di Albano, diretto dal dott. Domenico Sannino, hanno rinvenuto in un appartamento a Zagarolo.

A realizzare la piantagione casalinga di marijuana, A.A.,   finito ieri mattina agli arresti domiciliari dopo il blitz della Polizia di Stato.

L’uomo alla vista dei poliziotti ha tentato di sviare il controllo, invitandoli ad accomodarsi nell’appartamento al piano di sopra dove vive sua madre.

Ma il tentativo non è riuscito.

Perquisiti sia il pianterreno che una dependance dello stabile, gli agenti hanno sequestrato la marijuana e tutto il materiale utilizzato per la produzione della sostanza stupefacente.

La droga ricavata era destinata a rifornire il mercato giovanile della zona