6 dicembre 2016

Futsal – Serie B, Lido di Ostia, il neo dirigente Notturni: “Sono stato accolto benissimo”

Il Lido di Ostia coglie un altro risultato utile, ma indubbiamente è rimasto un po’ di amaro in bocca per il 4-4 maturato sul campo della Brillante Torrino. «Eravamo in vantaggio per 4-1 e siamo stati sorpresi dalla rimonta dei padroni di casa, ma voltiamo pagina e guardiamo avanti». Il commento è del neo dirigente capitolino Valerio Notturni, entrato nella famiglia del Lido di Ostia Futsal la scorsa settimana e che, di fatto, ha esordito nel suo nuovo ruolo sabato scorso. Prima volta con la maglia del club lidense anche per i neo arrivati Alessio Donati, laterale classe 1991 ex Santa Marinella, e Luca Gullì, forte pivot classe 1983 ex Latina, mentre ieri è stato annunciato il terzo acquisto dicembrino (a fronte delle due partenze di Jabà e Mati), vale a dire del laterale classe 1993 Marco Bonanno, ex Futsal Isola e Italpol. «Sono ragazzi validi che daranno sicuramente il loro contributo alla causa» dice Notturni. «Io? Sono stato accolto davvero splendidamente da tutto il gruppo del Lido di Ostia, mi sento come a casa». Il neo giovanissimo dirigente (ha appena 26 anni) spiega poi com’è nata l’idea del suo coinvolgimento nella causa capitolina. «Frequentavo di tanto in tanto il PalaDiFiore per vedere le partite della squadra e comunque conosco da tempo il presidente Paolo Gastaldi. Quando il club mi ha proposto questa opportunità, ho pensato di coglierla al volo: sarà un’esperienza sicuramente formativa per me». Ora arriva la sosta per il campionato di serie B e il Lido di Ostia avrà l’opportunità di preparare nel dettaglio la bellissima gara interna che l’attende contro l’Ardenza Ciampino: di fronte ci saranno la terza e la seconda della classe, divise da un solo punto (18 contro 19) a favore dei ciampinesi. Inoltre sarà l’ultimo match prima della pausa natalizia, visto che il campionato poi tornerà il 9 gennaio. «Sarà sicuramente una bellissima partita, molto difficile considerando il valore dell’avversario. Ma giocando in casa proveremo a far nostra l’intera posta» conclude Notturni.