3 dicembre 2016

“Mercante di anime e di usura” da venerdì 4 a domenica 6 dicembre allo ZTN

Un romanzo osannato dalla critica. Il tutto gira intorno alla figura di “Gigino’o Malefico”. Storia di un usuraio, “Gigino”, soprannominato “O Malefico”, perché lo è di nome e di fatto. Unico suo Dio è il DENARO. per procurarselo ha usato il più machiavellico dei principi: il fine giustifica i mezzi. Ed è così che irretisce giovani spose, piccola e media borghesia, schiava delle apparenze che per fare bella figura con un matrimonio tanto sfarzoso da risultare esagerato, o vacanze alla moda, sono disposti a mettersi “SOTT ‘O DDEBBETE”.

Piccole e grandi storie di misere miserie , con una scrittura che ricorda le ombre cupe di Mastriani e della Serao. Da questo romanzo è stato estrapolato uno spettacolo. L’allestimento teatrale è immaginato in una chiesa, dove vengono sviscerate le storie dello stesso “Gigino ‘o malefico, sua figlia, poi Velo ‘e sposa, Baciù, Giannino ‘e sciù sciù e molte altre vittime dell’usuraio che si alterneranno in scena come flashback per raccontare l’anima di un essere spregevole. Fanno da accompagnamento le musiche e canzoni originali di Miryam Lattanzio e Marco Borrelli..

Mercante di anime e di usura

di Pasquale Ferro
Con
CRISTINA AMMENDOLA
SIMONE SOMMA
ANTONIO TATARELLA
MARINA BILLWILLER
VINCENZO BORRELLI

SCENE C.T.S.
COSTUMI C.T.S.
MUSICHE ORIGINALI MIRIAM LATTANZIO – MARCO BORRELLI
ADATTAMENTO VINCENZO BORRELLI
REGISTA ASSISTENTE SIMONE SOMMA
COLLABORAZIONE ALL’ADATTAMENTO MAURIZIO TIERI

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5930 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.