8 dicembre 2016

Ciarambino: “Alla Campania tagliano 50 milioni di fondi statali alla sanità”

I campani devono aprire gli occhi e ribellarsi. Il taglio dei 50 milioni di euro di fondi statali per la sanità alla Campania, come stabilito durante la Conferenza delle Regioni, è un vero attentato al diritto della salute dei cittadini. Qui si muore perché non ci si può curare e lasciamo che ci taglino i fondi senza che nessuno muova un dito. La colpa è unicamente di De Luca: toccava al presidente porre il tema nella prima riunione delle Regioni dopo la tornata elettorale, il 2 luglio scorso, invece di approvare senza discutere il testo proposto dal Veneto del leghista Luca Zaia. Ma De Luca, in quei giorni, era troppo preso dall’evitare gli effetti della legge Severino e dei suoi irrisolti guai giudiziari. Un disastro che i campani pagano sulla propria pelle, spiega Ciarambino, nell’indifferenza di De Luca, che fa le rivoluzioni a chiacchiere, mentre continua a non avere tempo per le vere emergenze della Campania perché troppo indaffarato nel risolvere i suoi guai giudiziari. Senza contare che siamo senza un commissario alla sanità da mesi, il M5S ha presentato un’interrogazione al ministro, e De Luca aspetta senza fare nulla, invece di battere i pugni sul tavolo. Forse è perché non si accordano sulla nomina? Fanno i loro sporchi giochi politici a spese della salute e della vita dei cittadini di questa terra.

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5982 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.