3 dicembre 2016

Roma – Controlli intensificati delle forze dell’ordine, sei arresti

 

In due diverse circostanze, nel corso di un’attenta attività di controllo nel centro della Capitale, sei persone, apparentemente sospette, sono state seguite nei loro movimenti, grazie anche alle pattuglie di Carabinieri in abiti civili, ed arrestate dopo aver scoperto che in realtà erano dei delinquenti comuni.

In piazza di Spagna, ad una pattuglia di Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina non sono sfuggite 4 persone, tre uomini e una donna dai tratti medio orientali , che si aggiravano con fare sospetto, avvicinandosi alle comitive di turisti stranieri. Poco dopo, i sospetti sono entrati in metropolitana e si sono diretti alla fermata Ottaviano, sempre con i Carabinieri che li seguivano.

In viale Giulio Cesare hanno agganciato e pedinato una coppia di turisti filippini e dopo alcuni metri sono entrati in azione: hanno simulato un controllo di polizia, qualificandosi come appartenenti alle forze dell’ordine, pur senza mostrare alcun distintivo.

Dopo aver chiesto alle vittime di esibire i documenti di identità, hanno iniziato una perquisizione personale con l’intento di sottrargli il denaro dai portafogli e a quel punto i veri Carabinieri li hanno arrestati per furto aggravato in concorso. In manette sono finiti un uomo e una donna pachistani e due uomini iraniani, di età compresa tra i 32 e i 48 anni.

A Termini, altra zona altamente presidiata dai Carabinieri, due persone sono state notate in via Manin, angolo via Giolitti, anche in questo caso mentre si aggiravano con atteggiamento dubbio. Una pattuglia di Carabinieri del Nucleo Scalo Termini li ha seguiti fino a quando si sono avvicinati allo sportello bancomat di un Istituto di credito presente nella strada. Al momento del controllo, con l’ausilio anche di personale in abiti civili della Polfer, i Carabinieri hanno scoperto che i due, cittadini romeni di 21 e 28 anni, stavano effettuando dei prelievi di contanti utilizzando una carta di credito rubata.

Anche nelle loro tasche sono state rinvenute altre due carte di credito rubate che sono state sequestrate.

Dopo l’arresto, i sei si trovano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

About Emanuele Bompadre 8218 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.