10 dicembre 2016

Matera diventa capitale italiana del restauro

Matera diventa capitale del restauro. La città dei Sassi dal prossimo autunno ospiterà infatti la Scuola di alta formazione dell’Istituto superiore per la conservazione e il restauro. Si tratta di una vera e propria sede distaccata della prestigiosa struttura romana, la prima al Sud, che sarà allestita nel complesso di Santa Lucia Nova. Ai corsi per l’anno accademico 2015-2016 potranno accedere 20 allievi, selezionati tramite concorso pubblico, che avranno a disposizione circa 1.500 metri quadrati dell’ex Convento, oltre agli spazi della Soprintendenza, attrezzati con laboratori scientifici e atelier di restauro “altamente tecnologici”.

Uno “straordinario obiettivo”, quello dell’apertura della Scuola, arrivato dopo un “lungo percorso”, iniziato nel 2006, che ha visto la collaborazione delle istituzioni coinvolte, dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, al Comune di Matera, passando per la Regione Basilicata. E proprio il Palazzo della Regione oggi ha ospitato la presentazione della Scuola, con gli interventi del governatore, Marcello Pittella, del capo di Gabinetto del Mibact, Giampaolo D’Andrea, e del sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri. Con loro, anche il direttore dell’Istituto superiore per la conservazione e il restauro, Gisella Capponi, il direttore della Scuola di alta formazione, Donatella Cavezzali, il vicedirettore Giovanna De Palma e la restauratrice Carla D’Angelo. La Regione Basilicata contribuirà alle spese di gestione della sezione distaccata dell’Iscr con un primo stanziamento di 100 mila euro.

Fonte: agenzia dire

Alfredo Di Costanzo
About Alfredo Di Costanzo 5989 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.