3 dicembre 2016

Roma – Sicurezza, i vigili cambiano le regole ai posti di controllo

Attivati i nuovi Posti di Controllo tecnologici: grazie a nuovi strumenti in dotazione agli agenti le infrazioni saranno segnalate in tempo reale, quindi con massima efficienza per le forze in campo, evitando anche inutili fastidi agli automobilisti in regola.
Da alcuni giorni le pattuglie della Polizia Locale operano con un nuovo strumento, evoluzione nel già conosciuto Street Control, sinora utilizzato per combattere la sosta selvaggia e le doppie file. Ora la stessa telecamera, stavolta messa in postazione fissa, è in grado di leggere le targhe di tutte le auto che le transitano davanti, segnalando in rosso e con un “beep” una mancanza di assicurazione, una revisione scaduta o, peggio, se il veicolo è di provenienza furtiva. Nella mattinata odierna il posto di controllo posizionato in via delle Fornaci ha elevato 50 sanzioni in 90 minuti.
Osservando un tablet, l’agente “segnalatore” segnala l’auto alle altre pattuglie posizionate a valle della postazione, che hanno il compito di fermare il veicolo sospetto. Durante i controlli, gli agenti distribuiscono anche un opuscolo che riporta cifre sugli incidenti stradali, soprattutto dovuti alla scarsa efficienza dei veicoli, con l’intento di sensibilizzare i cittadini sulla utilità di un controllo dei veicoli circolanti.
Con i sistemi di controllo stradale convenzionali la percentuale dei veicoli che risultava positiva a infrazioni legate a mancanza di assicurazione, revisione o altro era di circa il 10%: ossia su 10 automobili fermate, 1 risultava non in regola. Ora ,con i nuovi strumenti, questa percentuale si attesta a valori prossimi al 100%, ossia: ogni auto che viene fermata viene sanzionata. Con l’ausilio del nuovo strumento si otterrà quindi, a parità di agenti, una produttività considerevole a tutto vantaggio della sicurezza stradale. Intanto, da oggi sulle strade di Roma ci sono 50 veicoli pericolosi in meno.

[flickr_set id=”72157653917871664]
About Samantha Lombardi 4007 Articoli
Samantha Lombardi è un archeologa, laureata in Archeologia e Storia dell'Arte del Mondo Antico e dell'Oriente. Cura un sito che parla del patrimonio artistico (www.ilpatrimonioartistico.it), collabora con l'Ass. Cul. Il Consiglio Archeologico ed è addetta stampa dell'Ass. di Rievocazione Storica CVLTVS DEORVM. Dal maggio del 2014 collabora con Il tabloid.it