11 dicembre 2016

Calcio – Costantini saluta l’Ostiamare “A Ostia cresciuto come uomo”

Un altro pezzo importante dello scacchiere biancoviola di questi tre anni saluta Ostia e l’ Ostiamare. Parliamo di Andrea Costantini, centrocampista (ma all’occorrenza anche difensore) di grande spessore, classe 1985.
Il ” Principe ” chiude il suo ciclo in biancoviola con 90 presenze (e 16 reti in totale, a dimostrazione della sua abilità negli inserimenti offensivi, ndr) e una stagione, quella appena conclusa, assolutamente positiva, viste le 35 volte (e 5 centri, ndr) che, tra Campionato, Coppa LND e il playoff post- season, ha onorato la maglia dell’ Ostiamare, con ottime prestazioni e con mister Chiappara alla guida tecnica.
Ora è tempo di saluti, e Andrea riserva davvero belle parole all’ambiente biancoviola e a Ostia, vissuta in queste tre annate:

“A Ostia devo molto, perchè è indubbio che nel panorama Dilettantistico pochè società possono essere confrontate a quella biancoviola che mi ha aiutato a crescere come Uomo prima ancora che come atleta e a capire che le situazioni, quali che siano, vanno affrontate subito, senza giri di parole, con schiettezza e sincerità. La correttezza nei rapporti e la grande professionalità che ho riscontrato in questi anni vissuti a Via Amenduni, sono sicuramente le due cose che mi porto nel bagaglio”.

3 anni di battaglie – sempre sportivamente parlando – momenti belli e altri difficili, ma il gruppo biancoviola è sempre emerso vincitore.

Si. Sono stati tre anni nei quali sicuramente ci sono stati sorrisi, ma anche momenti difficili, come in tutte le avventure calcistiche. La forza è stata sempre il gruppo, che in due anni su tre ha raggiunto i playoff, anche e soprattutto con la storica e grandiosa “remuntada” con mister Caputo, arrivata dopo un periodo a dir poco complicato. Sono felice di aver dato il mio contributo, spero di aver lasciato qualcosa ai tanti compagni eccezionali, amici anche fuori dal campo, che ho conosciuto e che già conoscevo e che porterò nel cuore, oltre a qualche cicatrice sul viso. “

La battuta finale, con il sorriso, è riservata al ” Red” biancoviola, De Nicolò, difensore biancoviola della Prima Squadra, classe ’95. A lui il saluto finale di Andrea e naturalmente a tutta l’ Ostiamare:

” Voglio solamente dire “Roscio, ora il posto è tuo, sei più libero ora”. A parte le battute, un saluto a Matteo e naturalmente a tutta l’Ostiamare e a Ostia. E’ stato un periodo bello della mia vita professionale. Venivo al campo, facendo 60-70 km con grande felicità di allenarmi e di vivere tutte le emozioni che ho vissuto in questi anni. Grazie”

Riccardo Troiani