Rapinano una farmacia a Boccea, uno era gli arresti domiciliari l’altro con obbligo di firma

E’ accaduto intorno alle 13.00, poco prima della chiusura, due uomini armati di taglierino sono entrati in una farmacia di via Torrevecchia e, dopo aver minacciato la titolare, si sono fatti consegnare i soldi della cassa e anche il denaro che la farmacista aveva con se, per poi darsi alla fuga.
Nell’immediato, è stata diramata attraverso la sala operativa della Polizia di Stato, la sommaria descrizione dei due.

Gli agenti del commissariato Primavalle, grazie anche alla registrazione dell’impianto di videosorveglianza, sono riusciti ad estrapolare le immagini dell’avvenuta rapina, distinguendo i rapinatori, benché indossassero dei caschi tipo jet.

Da una battuta in zona, la pattuglia in transito in via di Boccea, ha riconosciuto uno dei rapinatori tale R.M., già noto ai poliziotti, poiché, in regime di arresti domiciliari per altro titolo di reato.

Le successive indagini, hanno portato gli investigatori sulle tracce dell’altro complice, tale B.C., romano di anni 30.

I poliziotti, non hanno dovuto fare altro che attendere il suo arrivo presso gli uffici di polizia, dove era solito presentarsi essendo sottoposto all’obbligo di firma.

I due, dati gli elementi raccolti sono stati arrestati con l’accusa di rapina aggravata e condotti presso la casa circondariale di Regina Coeli.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*