Ucraina, Causin (Gruppo Misto): “Se la Russia dovesse attaccare, credo che la Nato dovrebbe osservare”



“Teniamo conto che in caso di invasione dell’Ucraina da parte della Russia non è attivabile l’articolo 5 della Nato che prevede che i Paesi aderenti sono obbligati in termini di difesa di altri aderenti. Ma l’Ucraina è un Paese non aderente alla Nato, anche se dialoga con essa. Di fatto, se la Russia dovesse attaccare, credo che la Nato dovrebbe stare ad osservare”.

Andrea Causin ai microfoni di iNews24

Andrea Causin, senatore del Gruppo Misto, ex Forza Italia ed ex componente dell’assemblea parlamentare Nato, ai microfoni di iNews24 analizza la situazione delle ultime ore in Ucraina ritiene che potrebbe essere imminente un attacco russo: “Non solo è possibile ma è anche probabile. Non ci sono segnali di de-escalation da parte della Russia. Le truppe del Cremlino sono aumentate nelle ultime ore. Anche la Nato fa operazioni, ma muove 4 o 5mila uomini, non certo 100mila e con colonne di mezzi corazzati come la Russia. Penso che quella militare sia una delle prime opzioni di Putin. È chiaro che per tornare indietro deve salvarsi la faccia”.

Per risolvere la situazione, secondo Causin, c’è bisogno di un accordo che assicuri la neutralità dell’Ucraina: “Serve un accordo internazionale che escluda l’influenza occidentale sull’Ucraina, paese strategico per la Russia. Putin, strategicamente, non vuole uno Stato a 300 chilometri da Mosca che possa ospitare testate nucleari americane piuttosto che basi aeree o piattaforme logistiche militari. Questo passa per un accordo internazionale che metta nero su bianco che l’Ucraina diventerà una terra neutrale”.

Fonte: iNews24.it


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Emanuele Bompadre 15266 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.