Fiumicino, arresti e denunce per tre episodi di violenza

carabinieri



A Fiumicino, i Carabinieri, al termine di una rapidissima attività investigativa hanno identificato il responsabile di una violenta aggressione. Nei fatti, i militari sono intervenuti, nella serata di ieri, presso l’ospedale Grassi di Ostia, dove era stato poco prima ricoverato un uomo per una grave ferita alla testa. I Carabinieri hanno accertato che la vittima era stata colpita con una bottiglia mentre si trovava all’interno di un ristorante di Fiumicino, per motivi in corso di accertamento.

I Carabinieri, recatisi sul posto, hanno escusso le persone presenti e individuato in breve tempo l’aggressore. L’uomo, rintracciato presso la propria abitazione in evidente stato di alterazione psicofisica a seguito dell’assunzione di sostanze alcoliche, è stato denunciato.

Sempre a Fiumicino

Sempre a Fiumicino, i Carabinieri hanno denunciato altre 2 persone per danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. La scorsa notte, i Carabinieri, nel transitare lungo la locale via Silvi Marina, hanno intercettato 2 uomini che, in evidente stato di alterazione e brandendo un palo della segnaletica stradale, stavano danneggiando una vettura in sosta. I militari, prontamente intervenuti, nonostante le minacce rivoltegli dai violenti li hanno bloccati e disarmati. Gli esagitati, dopo essere stati riportati alla calma ed identificati, sono stati denunciati.

I militari della Stazione Carabinieri di Ponte Galeria

Nel pomeriggio di ieri, i militari della Stazione Carabinieri di Ponte Galeria, sono intervenuti all’interno di un’abitazione di Fiumicino, ove era stata segnalata una violenta lite. Giunti sul posto i Carabinieri hanno sentito delle urla provenire dall’interno di uno degli appartamenti, entrati nell’abitazione i militari hanno trovato due uomini impegnati in un’accesa lotta.

Frappostisi fra i 2, uno dei quali, in evidente stato di alterazione psicofisica, non ha esitato a colpire anche gli operanti, i Carabinieri sono riusciti a dividerli. Immobilizzati i contendenti, risultati essere padre e figlio di 55 e 32 anni entrambi già noti alle forze dell’ordine, i Carabinieri hanno accertato che l’aggressione era stata posta in essere dal più giovane dei 2 che, presentatosi ubriaco presso la casa dei genitori, aveva improvvisamente aggredito il padre. L’esagitato, dopo essere stato visitato da personale del 118 uomo, è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Emanuele Bompadre 15551 Articoli
Emanuele è un blogger appassionato di web, cucina e tutto quello che riguarda la tecnologia. Motociclista per passione dalle sportive alle custom passando per l'enduro, l'importante è che ci siano due ruote. Possessore di una Buell XB12S è un profondo estimatore del marchio americano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.