Fratoianni: “Il governo ascolti il grido di lavoratori e lavoratrici”

governo



Operaio, 34 anni, provincia di Avellino. È rimasto schiacciato dal macchinario che stava installando. Non sappiamo ancora il motivo.
Sono finite le parole, i media parlano d’altro, la politica manco se ne accorge, ma la strage di Stato continua. Vogliamo risposte e soluzioni, a breve e lungo termine. E a darle deve essere la politica.

Servono più controlli e più ispettori del lavoro

Serve una formazione reale alla sicurezza lavorativa, che non sia solo un foglio di carta e con una maggiore presenza del pubblico.
Serve meno precarietà, ritmi di produzione compatibili con un lavoro sicuro e vanno create le condizioni affinché non si debba scegliere tra portare il pane a casa e la propria vita.
Il governo ascolti il grido di lavoratori e lavoratrici.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Fratoianni: "Il governo ascolti il grido di lavoratori e lavoratrici"

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 28219 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.