Parco della Madonetta, Picca (Lega): “PD-M5S, salvano la Raggi”



“Il consiglio straordinario sul Parco della Madonnetta che si è svolto oggi nel parlamentino lidense si è concluso con un vergognoso nulla di fatto con M5S, Pd e Sogno Comune, ormai tutti alleati di fatto, d’accordo nel bocciare la nostra richiesta di far intervenire il Prefetto, avocando a se i poteri relativi alla sicurezza pubblica, visti i gravissimi episodi di violenza che hanno portato anche alla morte di un giovane ragazzo”. A denunciarlo in una nota è Monica Picca, capogruppo della Lega in X Municipio.

Le responsabilità secondo Monica Picca

“Il degrado e lo stato di abbandono del Parco della Madonnetta ha chiare responsabilità da parte della sindaca Raggi e forse per questo il M5S e le stampelle che lo sorreggono in X Municipio, da Pd a Sogno Comune, ha preferito attaccarsi anche ad un banale errore dattiloscritto nella mozione presentata dalla Lega, per respingere quella che da parte nostra era una richiesta di buon senso finalizzata soltanto al ripristino immediato della sicurezza pubblica, oggettivamente disattesa da anni di promesse non mantenute dalla sindaca Raggi e dai sui emissari sul territorio”, prosegue la Picca.

“La Lega è l’unica ad aver fatto un’azione concreta scrivendo al Prefetto di Roma per chiedere l’immediata messa in sicurezza dell’area e oggi eravamo convinti di poter avere il sostegno bipartisan, anche e soprattutto per rispetto della famiglia del povero Riccardo. Ma Pd, M5S e gli altri alleati hanno preferito voltare le spalle e lasciare il parco della Madonnetta in balia si sbandati e di strutture fatiscenti e pericolose, scagionando di fatto la Raggi dalle sue responsabilità”.

Lo comunica in una nota Monica Picca, capogruppo della Lega Salvini premier in X municipio.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.