Morra: “Caduta la prima testa, non possiamo che essere soddisfatti”

morra



Ma per uno che viene beccato e fa anche un passo indietro -naturalmente per la pressione mediatica, non per moto di coscienza-, quanti ce ne sono di impuniti perché non beccati?

La partitocrazia è stata ed è anche questo

Il controllo, soffocante, di tutte le migliori offerte lavorative nelle pubbliche amministrazioni, attribuite non per merito, per talento, bensì per conoscenza, per appartenenza, per fedeltà nei confronti del capetto locale o del capo unico.
Questo è uno dei motivi per cui l’intelligenza collettiva, che rifiuta a priori l’idea del capo unico e che vuole solo il trionfo della razionalità condivisa e partecipata, ha sempre combattuto questa “selezione delle risorse umane” modellata sul servilismo adulatorio.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Informazioni su Alfredo Di Costanzo 21894 Articoli
Motus vivendi è il suo motto. Ama tutte le declinazioni delle due ruote ed adora vivere nell'universo dei motori. Da quindici anni ha la fortuna di essere giornalista sportivo, occupandosi di tutto ciò che circonda un motore. E' per il dialogo ed il confronto tra chi, pur avendo la stessa passione, ha idee diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.