Il futuro del Gioco online: il boom dei prossimi anni e le sfide da affrontare

Il futuro



La realtà virtuale è ormai, entrata a gamba tesa nel mondo del gaming. Le tecnologie hanno cambiato in maniera fondamentale il gioco e l’hanno fatto proprio perché adesso hanno la possibilità di coinvolgere il giocatore a 360° e di farlo attraverso delle sfide tecnologiche davvero intraprendenti.

Ad avere un ruolo predominante sono proprio le console e i contenuti stessi dei giochi che non solo devono rispondere a delle sfide di design, ma anche a noi programmazioni con visori che si sviluppano in maniera particolare e soprattutto, con contenuti di alta qualità. Le nicchie del mondo del gaming e della realtà virtuale, sono davvero numerose. Entro la fine del 2020, tutte le possibilità offerte dalla realtà virtuale saranno ancora più importanti e soprattutto diffuse ad un pubblico sempre più vasto.

Le previsioni in questo campo sono particolarmente ottimistiche. Gli sviluppatori delle tecnologie di realtà virtuale però, nel frattempo, devono rispondere alla sfida di cercare di essere sempre il più economici, pratici e soprattutto, di riuscire a creare una sorta di connubio tra i vecchi giochi legati al mondo del casinò e quelli nuovi invece che possono sfruttare tutte le caratteristiche e le possibilità del mondo tridimensionale e della realtà virtuale.

Ma non solo: se entro il 2024, infatti, il valore complessivo del settore del gambling sfiorerà i 90 miliardi di euro, con una crescita annua del 10%, è anche vero che tutti i Paesi europei devono lavorare per contrastare il mercato illegale del gioco e attuare regolamentazioni rigide, e allo stesso tempo non obsolete, che possano star al passo con le numerose innovazioni tecnologiche in materia.

Molti Paesi si stanno già attivando: l’Italia ha agito severamente, vietando già dal 2019, con il Decreto Dignità, tutte le pubblicità riguardo il gioco d’azzardo. La Spagna ha proibito le comunicazioni commerciali durante il lockdown e emanerà un decreto con grosse restrizioni pubblicitarie, il Regno Unito stabilità il divieto di sponsorizzazione sulle maglie delle squadre sportive. Il prossimo obiettivo sarà quello di creare un quadro normativo unico a livello europeo.

Fonte: Topbonusitalia.com

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.